Abbiamo deciso di chiamare il nostro nuovo giornale Pan, con riferimento al mitologico dio greco Pan, mezzo uomo e mezzo caprone e protettore dei pastori, campagne, selve e pascoli. Pan quindi sta in mezzo, tra gli uomini e gli animali selvatici, tra i pastori con i loro cani e i predatori selvatici, tra i coltivi e la foresta, tra l’utilizzo della natura da parte dell’uomo – con le antiche, ma anche attuali attività agro-silvo-pastorali – e la protezione dell’ambiente che significa anche protezione della flora e fauna selvatica.

      Ripetiamo, il dio Pan sta in mezzo, e così farà il giornale Pan, creando un ponte tra due fazioni ormai nettamente separate e che quasi sempre astiosamente non si capiscono e cioè i pro e i contro: i pro lupo, orso, lince e in generale la fauna selvatica, e i pro bestiame, pastorizia, agricoltura e caccia. Non esiste in Italia, e probabilmente neppure all’estero, un giornale con le finalità di Pan.

        Combatteremo anche le fake news, ormai imperanti ovunque, a volte figlie di un ingenuo e non informato passaparola, e altre volte prodotti mediatici menzogneri e propagandistici artatamente costruiti e diffusi con attente pianificazioni. Le fake news vengono diffuse da entrambi i “fronti” e cioè i cosiddetti pro e contro, e si traducono nella mala-informazione di vasta parte dell’opinione pubblica. Ma, come insegna la storia e il semplice buon senso, la ragione spesso sta in mezzo, appunto come il mitico Pan. Il nostro giornale questo intende spiegare e divulgare, affinché ognuno abbia a disposizione le corrette informazioni necessarie per farsi una propria idea della problematica.

     Pur con stile scorrevole e divulgativo, Pan affronterà il tema con un approccio storico, scientifico e sociale, anche con indagini giornalistiche grazie al suo staff di collaboratori esperti della tematica, nonché avvalendosi dei contributi di esperti dei pro e dei contro, in particolare di quelli più aperti e obiettivi che pure esistono nel mezzo, e non sono pochi.

       Il nostro giornale sarà portavoce di tutti coloro i quali hanno il diritto e la volontà di esternare le proprie legittimi posizioni e pareri, non solo a livello scientifico e istituzionale ma anche e soprattutto di quelli che operano e lavorano in altri ambiti del settore. Insomma, di tutti.  I campi d’azione di base di Pan saranno gli studi e monitoraggi della fauna selvatica presente in Italia ma anche all’estero, l’allevamento brado e semibrado di bovini, equini, suini, ovini e caprini, i bandi pubblici  in tema, i loro beneficiari e i risultati concreti ottenuti.

   Poiché il nostro fine è la massima divulgazione di queste problematiche, abbiamo deciso di pubblicare Pan online, gratuito e senza registrazione.

 

                         Vi auguriamo buona lettura.

                                                                                              Giovanni Todaro